EspañolEnglishPortuguêsItalianoDeutsch

0,00 € Registro


La matita meccanica di Norman FosterComprar en Amazon


Matite meccaniche PENTEL P209-G. 0.9 mm

Norman Foster è spesso spiegare la loro visione del mondo attraverso pochi tratti rapidi e precisi.

Schizzo, astratto molte volte, che essi sono re-interpretati dal suo team e torna nuovamente alla sua le mani su un viaggio di andata e ritorno creativo.

Qualcuno ricorda ancora il primo punto dell'aeroporto di Pechino, che ha delineato un alba a Hong Kong sul retro di una busta.

Poi vengono le migliaia di foto e ore di lavoro; decine di architetti esplorare possibilità: colori, copertine e diverse soluzioni.

Ma con quella iniziale idea abbozzata su carta, Foster aveva fatto il primo passo.

 

Portaminas-Foster

Al Foster and Partners, lo strumento di lavoro principale è ancora la penna.

Alcune matite gialli che nessuno studio architetto suggerisce un secondo.

Ogni classi mercoledì notte nel disegno del Studio di Londra, come un modo per rivitalizzare un mezzo di espressione che si sta perdendo tra gli architetti.

Partner convengono di definire adottivo come una grande artista che ha infettato il suo amore per il disegno a mano libera a tutti i partner “come un modo fondamentale di esprimere un concetto in poche righe”.

Pedro Haberbosch, partner dello studio da fa 20 anni, recita il primo comandamento della fabbrica di Foster: “Se un architetto non è in grado di rappresentare il concetto di un edificio in un disegno è che questa idea non è solida”.

Ossessione di Norman è spiegare chiaramente e facilmente più complessi aspetti dell'architettura.

Rendere semplice il complesso.

Egli ama questa professione, e che richiede la spiegazione che i suoi architetti proposto un concetto, perfetto.